Appunti di Viaggio

Appunto 1

 

RACCONTARE OGGI
Raccontare oggi significa ricominciare dal silenzio primordiale, dalle tormente, i venti che soffiavano nelle valli deserte, dalle depressioni che sprofondavano nella terra, dalle pietre nel fango che emergevano come ipotetiche sculture ancora sul nascere, poi scolpite nella roccia dura.Tirare fuori la storia del mondo non ancora raccontata, essere custodi di queste storie, cercare il canto dei luoghi e assecondare la visione che da essi ci arriva.

Appunti di Viaggio 1

Appunto di Viaggio 2

Manifesto per l'educazione ambientale del futuro 

Alfabeti ecologici
31 agosto 2007
MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE
Sottosegretario di Stato professoressa Laura Marchetti
Il testo che qui vi presentiamo, elaborato dal gruppo di «saggi» costituto dal sottosegretario Laura Marchetti presso il Ministero dell'Ambiente, della tutela del territorio e del mare.

Appunti di Viaggio 2

Appunto di Viaggio 2

2 Settembre 2007

SILENZIO

Muore MARCEL MARCEU il più grande mimo mai esistito .
Non possiamo fare a meno di ricordare il grande poeta e artista e di portarlo a conoscenza delle nuove generazioni che si staranno chiedendo “chi è?” .
Muore con lui la poesia del silenzio …

Appunti di Viaggio 3

Appunto 1

ETNA è MEMORIA
Imponente, potente, antica,
Rigogliosa della natura più varia eppure arida e oscura.
Divampa, si infuoca, esplode verso il cielo.
Distrugge lasciando solo cenere nera che diventa secolare monumento, cuore invecchiato e mai domo, sciara nera che attraversa boschi, muta dura dolce lava, rossa sul nascere che spacca il petto della Muntagna.

 ............................................................................

Appunti di Viaggio 4

Appunto 1

Vorrei parole grasse
per sciupare le mie ossa,
concederemni a me stesso
ridendo in fondo a un fosso.
Se il pozzo fosse nero
desidero tornare
al sognare ,senza trame,
quella storia senza trama sequestrata alla memoria.
Sarei in tal caso
solo lo sciabordio di un battito di mare,
il muto viaggiare per crudi notti,
a passo cadenzato
per giornate assopite, senza sole
arrese a un vento mite
senza odore.